Trattamenti vibrazionali

trattamenti vibrazionali- around animals

Le terapie vibrazionali raggruppano diversi metodi di riequilibrio naturali, quali ad esempio floriterapia, aromaterapia, cromoterapia, radiestesia e radionica, che agiscono secondo il principio appunto della vibrazione.

Per capire come funziona partiamo da un diapason, uno strumento formato da una barra che poi si biforca e diventa una forcella a forma di U. Toccandola, la forcella oscilla ed emette un suono a una determinata frequenza. Se il suono arriva a un 

diapason immobile che abbia una frequenza similare anche se diversa, questi si muove e lo trasmette a sua volta. È il principio della “risonanza”. È ormai sempre più diffuso ed accettato  che nostro corpo funziona allo stesso modo, e chi lo reso noto è stato Albert Einstein che, con la sua famosa equazione E=mc2, ha dimostrato che tutto è un’energia che si esprime (vibra) a diverse frequenze, ed è in costante movimento. Ogni materia (o energia) ha una propria vibrazione che la contraddistingue e la caratterizza. Dunque anche una pietra ha una sua vibrazione e così un fiore, una pianta e una persona. Ma anche ogni nostro organo, ciascuna parte del corpo emette vibrazioni, ed è come un diapason che va sin

tonizzato sulle stesse frequenze per stare in armonia e vivere bene. Quando le energie di una parte non sono in armonia con le altre si ha uno squilibrio che viene comunemente indicato come malessere o  malattia.

Radiestesia

Il termine radiestesia ha due radici: una latina radius, che significa raggio, e l’altra greca aesthesis (o aistesis) che significa sensazione, sensibilità, percezione. Indica quindi la capacità di “percepire una radiazione tramite i sensi”. In particolare, si tratta della percezione di radiazioni non comunemente o facilmente percettibili dai cinque sensi. È una capacità con cui l’essere umano è in grado di percepire le energie cosiddette “sottili” di ogni elemento naturale. In altre parole è “la possibilità  che ha il nostro essere di percepire le energie sottili di ogni elemento naturale che irradia energia e quindi la capacità di sapersi porre in risonanza con esso, riuscendo a decodificarlo. Di norma si usa uno strumento quale il pendolino o il biotensor, che non hanno nulla di magico o di misterioso, ma fungono semplicemente da “amplificatori” delle reazioni neurologiche, precedentemente codificate dal corpo del radiestesista quando entra in contatto con un energia diversa dalla sua.

Radionica

Basandosi sul concetto che ogni essere, sia esso umano, animale o vegetale, emette una frequenza, così come pure le sue parti come ad esempio gli organi, quando questa frequenza è disarmonica, si ha uno squilibrio definito malessere o malattia. La radionica nasce in seguito agli studi dei più eminenti radiestesisti, i quali notarono come ogni disegno geometrico avesse una sua irradiazione e come questa, se messa in contatto con l’energia dell’essere ammalato, avesse la capacità con le sue emissioni di contribuire al riequilibrio energetico del soggetto. Gli strumenti radionici sono semplici disegni  geometrici ognuno con una sua peculiare frequenza che vengono scelti dall’operatore con un analisi radiestesica. Questo tipo di intervento, basandosi su un riequilibrio delle frequenze energetiche, non necessita della presenza fisica della persona ma di un elemento definito “testimone” che serve a rilevare l’energia sottile del soggetto da trattare.

 

fiori di bach around animals

 

Fiori di Bach

La floriterapia  chiamata anche ” terapia vibrazionale” , agisce sul campo elettromagnetico intorno ad ogni forma di materia. Lo scopritore fu Edward Bach, medico innovatore, ricercatore uomo di grande fede da cui prendono nome poi i 38 fiori. La malattia e’ la conseguenza di uno squilibrio interiore o di stati negativi, per guarire e’ necessario non solo limitarsi a curare il piano fisico. I rimedi di Bach si prestano a riequilibrare gli stati disarmonici, creando effetti positivi sui vari piani (mentale, emozionale e fisico ). L’osservazione, la comunicazione sono imprescindibili per assegnare il giusto rimedio  ed e’ fondamentale essere seguito durante il trattamento, per via delle variazioni che potrebbe creare a livello emozionale.

 

I Fiori Australiani (Bush Flowers)

L’utilizzo del potere terapeutico delle essenze floreali è un’arte antica, comune a molte culture. Dalle tradizioni aborigene e dall’osservazione della ricca vegetazione australiana, hanno origine gli Australian Bush Flowers di Ian White. L’Australia è una terra antichissima, chiamata il “continente fossile”: nella sua immensità possiede numerose specie vegetali e animali scomparse nel resto del mondo, possiede una grande varietà di fiori dalle forme più varie e dai colori e profumi molto intensi che fioriscono in ogni stagione dell’anno; per questo l’Australia viene chiamata ‘il regno dei fiori’. I Fiori Australiani agiscono velocemente e in profondità.Come catalizzatori aiutano a risolvere una vasta gamma di stati emotivi negativi e permettono di raggiungere un’armonia emozionale. È proprio grazie al raggiungimento dell’equilibrio emozionale che si determina lo stato di armonia e di benessere; infatti, la maggior parte delle malattie fisiche sono considerate, anche in ambito medico, come il risultato di uno squilibrio emozionale.